La Spezia, 1 aprile-1 maggio 2016, Circolo Ufficiali di Marina. Mostra personale. “Carlo Montarsolo e il mare”

circolodellamarinaLa Spezia – Sabato 16 aprile alle 17.30 presso il Circolo Ufficiali di Marina è stata inaugurata la mostra Carlo Montarsolo e il mare e per l’occasione è  presentato il volume curato dalla Marina Militare “La storia della Marina attraverso i dipinti”.
Sono intervenuti: Giosuè Allegrini (Capo Ufficio Storico Marina Militare), Roberto Palì (Direttore Museo Tecnico Navale della Spezia), Marzia Ratti (Direttore Servizi Culturali Comune della Spezia), Federico Romanelli Montarsolo (Presidente Associazione Montarsolo). Ha moderato l’incontro il critico d’arte Valerio Cremolini.
La mostra si è svolta parallelamente all’antologica Carlo Montarsolo: Aria, acqua, terra e fuoco, dedicata dalla Città della Spezia all’artista partenopeo e conclusasi  il 1mo maggio alla Palazzina delle Arti “L.R. Rosaia”.
presentazionecircolomarina2Il golfo della Spezia, il golfo di Napoli e più ampiamente il mare Mediterraneo sono fili conduttori che si dipanano lungo il percorso artistico delle due mostre rivelando ancora una volta l’unicità di Montarsolo, con le suggestioni delle riviere mediterranee ed il rigore più razionalista impregnato di geometrie e di ricerca continua.
L’esposizione si apre con il dipinto Amerigo Vespucci, immagine guida e simbolo di entrambe le mostre spezzine, nonché vero e proprio “scettro” scelto per continuare a testimoniare la memoria dell’artista attraverso l’Associazione Montarsolo: veliero guidato da una stella – simbolicamente rappresentata dalla bandiera italiana – e, insieme, proiezione nel futuro, per solcare nuove rotte che nascono dalla Spezia per dipanarsi nel Mediterraneo.

presentazionecircolomarinaInfine un terzo interessante appuntamento dedicato a Carlo Montarsolo, di iniziativa privata e concomitante alle esposizioni già citate, si è svolto presso gli spazi del ristorante QZin, via Francesco Spezzino 28, domenica 3 aprile: Dipinti da una collezione privata spezzina, curata da Bernardo Capellini. Nelle sale del locale spezzino sono esposti dodici dipinti, paesaggi e nature morte, tra cui due Fiori con oggetti antichi, opere vincitrici della medaglia d’oro alla Mostra nazionale di arte contemporanea che si svolse a San Benedetto del Tronto nell’agosto del 1961.
La mostra presso il QZin si è conclusa domenica 29 maggio.